Home
Chi siamo - Servizi offerti
Dove siamo
Contattaci
Vendite: occasioni e novità
Affitti invernali/annuali
 
Vacanze nelle Marche sulla Riviera del Conero - Numana da scoprire  
Italiano English Deutsch
 
La Riviera del Conero Spiagge Sports Escursioni Ristoranti Shopping Meteo
Ricerca per codice
PORTONOVO SIROLO NUMANA TAUNUS MARCELLI
Appartamenti Conero PortonovoAppartamenti SiroloAppartamenti NumanaAppartamenti TaunusAppartamenti Marcelli

Case in vendita
Booking online
Località:
Posti letto nr.
(Esclusi lettini da campeggio):

Tipologia:
Numero Locali:
(soggiorno + camere da letto)

     Archivi e Carrelli

Immobili preferiti
Aggiungi gli immobili che consulti alla lista dei preferiti per poterli visualizzare nuovamente con rapidità
 
Cancella tutto

Preventivi Immobili
Se desideri richiedere la disponibilità per più di un immobile archivia il preventivo e invia un’unica richiesta all’agenzia immobiliare
 
Cancella tutto

Immobiliare Arturo Neumann
 

Numana   Appartamenti Numana

La signora della Riviera del Conero

Appartamenti Numana Immobili in vendita e in affitto a Numana
Appartamenti Numana Scarica la cartina di Numana
Appartamenti Numana I Ristoranti
Numana: la localita Numana: cenni storici Da vedere a Numana

Cenni storici



La piccola Numana ha una storia di quasi 3000 anni!
Sappiamo che i fondatori di questa antichissima città nel VII sec. a.C. furono i piceni, antico popolo italico. Dal porto di Numana i piceni trafficavano con i greci e la città marinara era florida e popolata.
Dal V sec. a. C. Numana viene inclusa nelle rotte ateniesi: diviene così famoso emporio e centro di smistamento delle merci greche, in particolare per il trasporto di olii e vini verso l'Etruria, ma anche verso la Gallia (Francia) e la Germania. Dallo scambio di questi prodotti gli artisti locali iniziarono ad imitare le decorazioni che vedevano in Grecia ed a riprodurle nel territorio piceno.
Reperti archeologici (corredi funerari di vario genere, armi, oggetti di uso quotidiano, vasi, ecc...) hanno evidenziato che Numana non era soltanto un centro di smistamento di merci, ma addirittura un centro autonomo con proprie produzioni.
Dell'importanza raggiunta da Numana si ha una conferma indiretta, anche constatando che l'ultimo re di Albalonga, la città della Sabina distrutta da Roma dopo l'episodio degli Orazi e Curiazi, potrebbe essere stato di origine numanese, avendo infatti il soprannome "Numana".
Reperti Storici a Numana
Nel 269 a.C. Numana passa sotto la dominazione romana e nel 91 a.C diventa Municipio Romano (questo titolo era piuttosto importante!).
L’espansione di Roma fu soltanto le causa iniziale del declino della civiltà picena; infatti nel 558 d.C., l’anno considerato più tragico per la storia di Numana, un violento terremoto distrusse gran parte della città e buona parte del bastione d’argilla, su cui posava, sprofondò in mare: iniziò così per Numana un lento ed inesorabile periodo di decadenza.

Tutto lo splendore della città antica è ora intuibile soltanto attraverso i reperti archeologici, conservati nell'Antiquarium statale (visita ore: 8.30-19.30), che spaziano dal Paleolitico all'età romana.
Tuttavia Numana fu ancora provincia bizantina, facendo parte della Pentapoli con Ravenna, fu occupata dai Longobardi, conquistata dai Franchi ed in seguito consegnata alla Chiesa.
Già dai primi secoli fu sede vescovile e fino al 1000 d.C. viene continuamente menzionata a proposito di importanti trattati tra l'imperatore e Venezia, per alleanze, controversie doganali e territoriali, anche se talvolta con nome deformato in Humana e più tardi in Umana. Dall'alto medioevo fino a 1422 Numana era sede di una diocesi ed aveva la giurisdizione ecclesiastica dalla cima del Monte Conero fino a Camerano, Osimo, Castelfidardo e Recanati.

Dopo il mille continua la lenta decadenza della città a causa di terremoti, smottamenti dovuti alla particolare natura del terreno, lotte con le città confinanti ed una serie di saccheggi. Soltanto con l'unità d'Italia (questa è storia recente) riprende l'antica N, insieme alla dignità che si era persa per oltre 1000 anni.
Numana – Riviera del Conero”
Malgrado la decadenza fosse già evidente nel 1000, partecipò ancora nel XIII sec a guerre tra castelli vicini: Ancona, Osimo, Castelfidardo, Recanati, ora alleata con gli uni, ora con gli altri. Essendo la Numana antica costruita su un costone di marne poco stabili, anche il terremoto del 1298 fu rovinoso. Non bastando, nel giro di poche decine di anni nel sec XIV subì ben tre saccheggi.
Il primo arrivò di notte, all'improvviso, da parte di Ancona. L'anno precedente, con il Papa ad Avignone, entrambe le città si erano ribellate al dominio della Chiesa, ma nel frattempo Numana si era riconciliata con il Papa ed il saccheggio era la punizione. I Numanesi non devono averla presa molto bene, se ancora adesso l'iscrizione su un dipinto presente nel palazzo comunale ricorda quel saccheggio con parole non proprio gentili.
Il secondo saccheggio arrivò da parte del capitano di ventura Fra' Morreale che, chiamato dal cardinale Albornoz a porre termine ai disordini antipapali nel piceno e ad abbattere le superstiti signorie, mise a sacco ben 44 castelli. Curiosamente Numana non era nella lista, ma, poichè era stato posto l'assedio a Sirolo e questo aveva resistito, Fra' Morreale si consolò saccheggiando la vicina e quasi indifesa Numana.
Infine il terzo saccheggio arrivò da parte del condottiero Migliajo al soldo del Governatore della Marca per vendicare il ritardo di un pagamento che, poi fu ammesso, non era dovuto. Un'altra piccola curiosità è data dal fatto che le scuse formali per il saccheggio di troppo furono presentate ad Ancona, in quanto "padrona" di Numana e non a Numana stessa.
Le dispute con Sirolo non sono mai mancate: per i confini, per le saline, ed altro ... e perfino per il possesso del Crocifisso.
Nel 1400-1500 Numana è descritta ormai solo come un cumulo di rovine e paesucolo presso Sirolo. ("Humana ruinata" riportano le carte geografiche). Il vescovo di Ancona che verso la metà del XVI sec (nel 1532) per breve periodo prende la giurisdizione civile su Numana inizierà a fregiarsi del titolo di conte di Numana insieme a quello di vescovo di Ancona e Numana.
Tornata sotto il dominio di Ancona il seguito della sua storia si confonde con quella dello Stato Pontificio e poi con l'unità d'Italia.
Nel 1778 la costruzione del palazzo vescovile, attualmente sede del Municipio, in piazza Santuario rappresenta idealmente il punto di svolta.
Seguono periodi legati all'agricoltura, alla pesca ed a piccoli traffici portuali, anche se il Gotto, come veniva chiamato il porto nel '700 aveva ben poco a che vedere con il porto che fece grande l'antica Numana. Inoltre qualche introito nelle casse comunali derivava anche dalla cantina e dalla locanda che ospitava i pellegrini del Crocifisso. Fu unita a Sirolo con il nome di quest'ultimo nel 1815 durante la restaurazione pontificia, ma dopo due anni tornò libera.
Fu unita di nuovo a Sirolo nel 1928 con il nome di Numana, ma nel 1947 furono di nuovo divise per "incompatibilità di carattere" e rancori antichi.
Eccoci infine al Novecento: il secolo scorso si caratterizza per il sorgere delle fabbriche di fisarmoniche nella prima metà e per il turismo nella seconda.
L' emigrazione verso l'Argentina, iniziata negli anni 1874-75 e fortissima per oltre 50 anni, viene frenata dalla nascita delle fabbriche di fisarmoniche, che portarono ricchezza ( fino al 1960), quando con la crisi di tale strumento chiusero tutte e Numana è "costretta" a diventare un centro turistico.
Riscoperta sin dal primo '900 dai nobili romani che ne fanno la loro dimora estiva e da questo momento inizia la risalita, che porterà Numana da umile villaggio di pescatori ad essere una delle mete turistiche più prestigiose dell'Adriatico.
La Storia di Numana – Riviera del Conero
Appartamenti Numana Torna a inizio pagina


  NumanaSiroloMarcelliTaunus  
Copyright © Immobiliare Arturo Neumann s.r.l. uni personale (con unico socio)
Via delle Azalee, 2 60026 Numana (AN) - Italy - Partita IVA, Codice Fiscale e numero d'iscrizione alla Sezione Ordinaria del Registro Imprese della C.C.I.A.A. di Ancona: 02077150429
Capitale Sociale: € 50.000
Tel/Fax: +39 071 9330708 - Email info@immobiliareneumann.it

Privacy policy


credit Media Beat s.r.l.